M. Gisella Catuogno
Strade di neve (ai migranti nei Balcani)

Vedi
Titolo Strade di neve (ai migranti nei Balcani)
Autore M. Gisella Catuogno
Genere Poesia      
Pubblicata il 15/01/2017
Visite 424

 

 

Strade di neve, cielo di ghiaccio:

 il cuore in spalla e andate,

pellegrini  di vite non vissute

di sogni accarezzati al tepore

del  vento che annuncia primavera

col vostro fardello di speranze

e di progetti accarezzati come

un figlio bambino che cerca protezione.

E’ l’impulso alla vita che vi spinge

il fuoco che vi arde dentro

 anche nel gelo di gennaio

e nella freddezza della gente.

Non vi fermerà nessuno:

siete l’onda  che cavalca l’acqua

il fiume che cerca la sua foce

la pioggia durante il temporale.

 

 

 

 

 

 

  • Guerre, dittature, mancanza di opportunità economiche e cambiamenti climatici sono tra i fattori che alimentano i circuiti dei migranti; giustamente cercano salvezza e una vita vivibile. Davvero non li fermerà nessuno, perché la vita è sacra, e tutti abbiamo il diritto/dovere di rispettarla. Mi è piaciuta molto la tua poesia. Ciao e a presto
    Lela (23/01/2017 17:35:13)

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi