Lela
Tra iperbole e parabola

Titolo Tra iperbole e parabola
Autore Lela
Genere Parole in Libertà      
Pubblicata il 05/04/2017
Visite 569

Disse il rancore all'anima: 
pretendi scuse, fatti vendetta! 
Perché resti imperturbabile al dileggio 
al tradimento 
perché non reagisci allo sgambetto? 
Parlò così l'anima al rancore: 
Calmati, guarda quanto sei brutto! 
Tutto rosso, orribile a vedersi 
e bruci pure al tocco. 
La mia essenza in verità 
è d'altro colore 
diafana come la luna 
forse un po' fredda... lontana... 
comunque non conobbi alcuno

che dai servigi tuoi trasse vantaggio.

Ammetto per onestà intellettuale 
che il perdono, dal colore azzurro, 
non sempre premia o dà soddisfazione. 
Mi siedo qui sull'erba e aspetto... 
ho cose più importanti a cui pensare 
guardo i fiori e gli alberi a me intorno 
odo piccole vite cinguettare 
e ammiro laggiù in fondo 
la città veloce 
tra cielo e terra e mare. 
Resterò quieta finché te ne andrai 
liberandomi dal peso. 
Nessuno, manco lo sciocco 
che si lasciò sedurre dalle orme tue 
provò appagamento...

Semmai tormento!

Non ci sono commenti presenti.

Pubblica il tuo commento (minimo 5 - massimo 2.000 caratteri)

Qui devi inserire la tua Login!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password?

Qui devi inserire il tuo nickname!

Qui devi inserire la tua email!

Nascondi Qui devi inserire la tua password!

Hai dimenticato la password? Inserisci il tuo indirizzo email e riceverai i dati di accesso.

Qui devi inserire la tua email!

Ritorna alla login

Chiudi